LA PROPOSTA DELLA ASL E’ IRRICEVIBILE!!!

PESCARA 2 NOVEMBRE 2018

La proposta della ASL di Pescara sul riconoscimento  economico dei tempi di vestizione, svestizione e passaggio di consegne dei periodi pregressi al rinnovo contrattuale, avanzata al fine di scongiurare il proliferare del contenzioso giudiziario, risulta essere penalizzante e quindi INACCETTABILE!!!

PROPOSTA ASL DI PESCARA DEL 29 OTTOBRE 2018

 


PROPOSTA OO.SS. E RSU DEL 23 LUGLIO 2018


 


Pubblicato in News Territoriali | Lascia un commento

CISL FP, IL SINDACATO DEL CONFRONTO E DELLA CONTRATTAZIONE!!!

Pubblicato in News Territoriali | Lascia un commento

IL SINDACATO AUTONOMO FIRMA IL CCNL SANITÀ PUBBLICA!

Lo avevamo annunciato mesi fa: UN COPIONE GIÀ SCRITTO! 

Hanno aspettato le #RSU2018 per raccogliere consensi e, sei mesi dopo, si siedono al tavolo per firmare il contratto per il quale CGIL, CISL e UIL si sono battuti in una trattativa di quasi 30 ore!

Noi andiamo avanti con coerenza e serietà per difendere e dare valore alle lavoratrici, ai lavoratori alle professioniste e ai professionisti della sanità pubblica italiana.

Pubblicato in News Nazionali, News Territoriali | Lascia un commento

Ministero della Difesa – FP CGIL e CISL FP denunciano il deterioramento delle Relazioni sindacali

 

                              Sezione Staccata Autonoma di Pescara

 

All’interno della Sezione Staccata Autonoma di Pescara (Comando Forze Operative Nord – Ministero della Difesa) da ormai troppo tempo si riscontra un deterioramento delle relazioni tra il Comandante ed i lavoratori, con inevitabili ripercussioni sulla qualità e la serenità dell’ambiente di lavoro.
Tale deterioramento è determinato dalle modalità di gestione del personale civile dell’Ente, che in mancanza di puntuali motivazioni e informative, potrebbero essere interpretate come particolarmente autoritarie o ritorsive e destano forte preoccupazione fra i dipendenti.
Ad esempio si registra l’assunzione di alcuni provvedimenti aventi ad oggetto procedimenti disciplinari e valutazioni del personale che, approdati nelle opportune sedi di Commissione disciplinare e di conciliazione, si sono poi rivelati infondati, con il pieno riconoscimento delle ragioni avanzate dai dipendenti ed il proscioglimento delle azioni disciplinari.
Anche il fermento organizzativo messo in atto attraverso continui conferimenti, revoche e modifiche di incarichi per il personale civile, in attesa di una più volte annunciata “riorganizzazione dell’Ente”, ma in assenza di qualsiasi spiegazione alle parti sindacali, nonostante le formali richieste, rendono di difficile comprensione sia le motivazioni che la opportunità dei provvedimenti adottati.
Le relazioni sindacali, peraltro, sono state inficiate dalla assenza di informative, sia preventive che successive, e le varie richieste inoltrate per conoscere le motivazioni rispetto ai provvedimenti adottati hanno ricevuto, nella migliore delle ipotesi, risposte insoddisfacenti, caratterizzate da contenuti per nulla puntuali rispetto alle doglianze rappresentate.
La situazione descritta ha determinato inaccettabili condizioni di disagio lavorativo, tali da rendere necessario l’intervento dei coordinatori nazionali delle scriventi OO.SS. presso il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, e non si esclude la possibilità di sottoporre la questione all’attenzione del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta la quale, nelle sue dichiarazioni, ha mostrato notevole sensibilità verso la tutela del benessere dei lavoratori in servizio presso il proprio Ministero, né tanto meno di ricorrere allo stato di agitazione ed alle vie legali.

 

     Il Segretario CISL FP                                         la Segreteria Provinciale FP CGIL Pescara                          Vincenzo MENNUCCI                                                                 Enrico SODANO
 

Pubblicato in News Territoriali | Lascia un commento

SALVE LE 23 PREFETTURE A RISCHIO SOPPRESSIONE!!!!

Pubblicato in News Nazionali | Lascia un commento

ARAP UN ENTE ALLO SBANDO!

 

Arap un Ente allo sbando!

L’ARAP, l’Azienda Regionale Attività Produttive della Regione Abruzzo, ancora non intravede un vero processo di riorganizzazione attraverso la valorizzazione del personale.

Le OO.SS., alla fine di settembre, hanno denunciato le forti carenze di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro nelle sedi operative dell’Arap chiedendo agli Organismi di competenza di disporre dedicate verifiche per l’accertamento della sussistenza delle misure necessarie per assicurare la tutela della sicurezza sui posti di lavoro, nonché  finalizzate all’accertamento del rispetto degli obblighi legali previsti dalla legislazione di riferimento, da parte dei Dirigenti e del Datore di lavoro.

A due anni dall’aggiornamento del piano industriale dell’ARAP la situazione economica finanziaria non risulta risanata e i rapporti con i gestori del servizio idrico integrato (CAM, SACA e SASI) continuano a produrre notevoli perdite peggiorando l’equilibrio finanziario nonché l’obiettivo prioritario del piano industriale.

L’accordo sottoscritto, tra i sindacati e il presidente dell’Arpa, che ha richiesto enormi sacrifici ai lavoratori e che avrebbe dovuto  essere propedeutico ad un bilancio di esercizio non ha prodotto i suoi effetti perché a fronte di un collocamento forzoso dei dipendenti dell’Ente si è ricorsi a professionalità e competenze tecniche esterne aggravando ulteriormente la situazione debitoria senza produrre una razionalizzazione e una valorizzazione delle risorse umane.

Il processo di riorganizzazione dell’Arap è fermo o meglio ha subito dei percorsi incerti e i lavoratori a tutt’oggi non percepiscono regolarmente le retribuzioni, creando disparità di trattamenti con i dipendenti dell’Arap servizi, società in house providing dell’Arap.

L’incertezza organizzativa e la frammentazione di competenze tra Arap e Arap Servizi genera disservizi e notevoli perdite d’immagine e capacità produttive dell’azienda aggravando così la situazione finanziaria.

I sindacati, come più volte hanno richiesto, vogliono una maggiore trasparenza, un’informazione e l’apertura di un tavolo di confronto che sciolga definitivamente i nodi strutturali, economici ed organizzativi, che impediscono il decollo dell’Agenzia regionale per le attività produttive.

 

 

        CGIL FP                                          CISL FP                                         UIL FPL

    Paola Puglielli                               Vincenzo Traniello                           Alfiero Di Gianmartino

                                                           Giuseppe Sciubba

 
Pubblicato in News Territoriali | Lascia un commento

UNA NUOVA PA PER L’ITALIA

 

 

“Il governo coinvolga attivamente le organizzazioni sindacali per la costruzione di un grande piano industriale per la PA!” Lo ha chiesto a gran voce il segretario generale della CISL FP, Maurizio Petriccioli, nel corso del convegno “Una nuova PA per l’Italia”, organizzato da Cisl Funzione Pubblica nazionale e svoltosi a Roma presso l’Auditorium Carlo Donat-Cattin di Via Rieti, alla presenza di Massimo Garavaglia, vice ministro dell’Economia e delle finanze; Graziano Delrio, Capogruppo alla Camera dei Deputati del PartitoDemocratico; Renata Polverini, vice presidente commissione lavoro alla Camera dei deputati; Ignazio Ganga, segretario confederale CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori.

Slide del Convegno

cislfp-presentazione petriccioli

Pubblicato in News Nazionali | Lascia un commento

AUSL PESCARA – Procedura conciliativa sui tempi di vestizione/svestizione e passaggio consegne.

Pescara 23 luglio 2018 -In data odierna, presso la AUSL di Pescara, si sono incontrate le parti datoriale e sindacale a seguito di giusta convocazione del 16 luglio 2018, avente come unico ordine del giorno la vestizione/svestizione e passaggio di consegne – comunicazioni. La parte pubblica per il tramite del Presidente di delegazione trattante di parte pubblica dott. Giuseppe BARILE,  ha formalizzato la propria proposta  in merito all’annosa problematica della vestizione/svestizione e passaggio di consegne che investe la AUSL di Pescara, proponendo la seguente procedura di conciliazione:

“l’amministrazione propone:

in merito alla problematica del passaggio consegne/svestizione, i termini di conciliazione che consistono nel riconoscimento di

  • 15 minuti effettivamente resi per le turnazioni H24;
  • 10 minuti effettivamente resi per le restanti turnazioni.

l’applicazione avverrà nel rispetto dei termini di prescrizione quinquennale (5 anni).”

Le OO.SS., FP CGIL – CISL FP – FIALS e FSI, unitamente alla RSU, hanno presentato una propria proposta di conciliazione che prevede invece:

  • In primo luogo occorrerà distinguere tra il personale che opera all’interno di attività assistenziale H24 e personale che opera in attività H12.
  • Per il futuro, i lavoratori che operano all’interno del servizio H24 l’Azienda dovrà riconoscere fino ad un massimo di 20 minuti per ogni turno di lavoro per le attività di vestizione/svestizione e per le attività di passaggio di consegne; per i lavoratori che operano all’interno del servizio H12 l’Azienda dovrà riconoscere fino ad un massimo di 15 minuti per ogni turno di lavoro per le attività di vestizione/svestizione.
  • Per gli anni scorsi, saranno riconosciuti in favore del personale dipendente 20 minuti ulteriori per ogni turno di lavoro svolto, con corresponsione delle correlate differenze retributive maturate nei limiti della prescrizione quinquennale a partire dalla sottoscrizione del presente accordo. Resta inteso che per i lavoratori che hanno già avviato azioni giudiziarie, o per quelli che non hanno agito giudizialmente ma che hanno nel frattempo inviato all’AUSL di Pescara lettere di messa in mora, la prescrizione decorrerà dalla data di deposito del ricorso ovvero dalla ricezione della lettera di messa in mora se precedente.

Le OO.SS. e la RSU, resteranno in attesa di formale convocazione da parte della AUSL di Pescara entro i termini indicati nella proposta stessa, per addivenire ad una conclusione della procedura conciliativa.

 

 

 

 

 …

Pubblicato in News Territoriali | Lascia un commento

Consiglio Generale CISL FP Abruzzo Molise

Pescara 13.07.2018 –
Consiglio Generale CISL FP Abruzzo Molise, apre i lavori il Segretario Generale Vincenzo Traniello con la propria relazione incentrata sulla situazione politico sindacale della categoria del Pubblico Impiego e della Cisl rispetto all’evoluzione politica sia del nostro paese che delle nostre regioni dopo le recenti elezioni.
Viene analizzato il risultato del voto RSU che ha visto protagonista la CISL FP in ogni comparto del Pubblico Impiego, registrando, sia in Abruzzo che in Molise, un aumento complessivo di circa il 4% rispetto alla scorsa elezione del 2015.
Il Consiglio Generale ha provveduto inoltre, all’elezione del Segretario Regionale CISL FP Abruzzo Molise Vincenzo Mennucci.
I lavori si sono svolti con la partecipazione della Segretaria Nazionale CISL FP Gabriella Di Girolamo e del Segretario Generale Aggiunto CISL Abruzzo Molise Giovanni Nicolina Notaro.

Pubblicato in News Territoriali | Lascia un commento

ALBI PROFESSIONALI – ISCRIZIONI

  

 

 

                             

 

 

 

 

 

 

Richiesta di iscrizione ai 17 nuovi Albi professionali.

E’ attiva da ieri sul sito www.tsrm.org la piattaforma per inoltrare la richiesta di iscrizione ai 17 nuovi Albi professionali istituiti in attuazione della legge 3/2018.

Questo adempimento riguarda ESCLUSIVAMENTE gli appartenenti alle seguenti professioni:

  1. Tecnico sanitario di laboratorio biomedico
  2. Tecnico audiometrista
  3. Tecnico audioprotesista
  4. Tecnico ortopedico
  5. Dietista
  6. Tecnico di neurofisiopatologia
  7. Tecnico fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare
  8. Igienista dentale
  9. Fisioterapista
  10. Logopedista
  11. Podologo
  12. Ortottista – Assistente di oftalmologia
  13. Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva
  14. Tecnico della riabilitazione psichiatrica
  15. Terapista occupazionale
  16. Educatore professionale
  17. Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.

Nessun nuovo adempimento invece è a carico degli appartenenti alle professioni infermieristiche, ostetrica, di assistente sanitario e tecnico sanitaria di radiologia medica, che già prima della legge 3/2018 avevano l’obbligo di iscrizione ai rispettivi Albi e Collegi.

La situazione attuale delle rappresentanze ordinistiche delle professioni sanitarie è quindi la seguente:

  • FNOPI – Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche
  • FNOPO – Federazione Nazionale Ordini Professione Ostetrica
  • FNO Tsrm Pstrp – Federazione Nazionale Ordini Tecnici sanitari di radiologia medica e delle Professioni Sanitarie, Tecniche, Riabilitative e della Prevenzione (che comprende i 17 nuovi Albi – ai quali bisogna fare l’iscrizione- più i due Albi già esistenti dei Tsrm e degli Assistenti sanitari che confluiscono automaticamente nell’Ordine)

La procedura per l’iscrizione ai nuovi albi da parte degli appartenenti alle 17 professioni sopraelencate prevede:

  • dal 1° luglio 2018 accesso da parte degli interessati al portale telematico www.tsrm.org per inoltrare la richiesta di iscrizione al proprio Albo e caricare dati, documenti e autocertificazioni richieste (vedi Tutorial allegato che spiega – passo per passo – come procedere)
  • 60 giorni di tempo per la valutazione della domanda da parte delle RAMR (rappresentanze delle Associazioni professionali maggiormente rappresentative) e per trasmettere le stesse ai Consigli direttivi dell’Ordine
  • 90 giorni di tempo per i Consigli direttivi degli Ordini per valutare la domanda – con particolare riguardo alla congruità dei titoli – e deliberare l’iscrizione.

Oltre a questi aspetti procedurali più immediati bisognerà poi prestare attenzione a questioni di merito relative al l’effettivo possesso da parte di tutti gli interessati di un titolo adeguato all’iscrizione agli Ordini.

Rammentiamo che per l’esercizio della professione sanitaria in regime di dipendenza – pubblica e privata – e libero professionale diventa ora indispensabile essere iscritti agli Ordini.

Si tratta quindi di questioni assai delicate sulle quali avviare una interlocuzione con Ordini e RAMR e vi invitiamo a segnalarci tempestivamente casi problematici di cui siate o veniate a conoscenza.

Per completezza di informazioni alleghiamo anche un ulteriore documento ufficiale predisposto dalla FNO Tsrm Pstrp contenente “Procedura d’iscrizione dei Professionisti agli albi istituiti con DM 13 marzo 2018” e la nota del Ministero della Salute dello scorso 4 giugno sempre relativa alla iscrizione agli Albi professionali .

Riservandoci di inviare successivi aggiornamenti, restiamo a disposizione per i chiarimenti che riterrete necessari.

Scarica Procedura Iscrizione Albi

Scarica Lettera Ministero

Scarica Tutorial Iscrizione

Pubblicato in News Territoriali | Lascia un commento