Struttura organizzativa ed organi

La CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori) è organizzata su due livelli
che si intersecano: Confederale (struttura orizzontale) e di Federazioni di Categorie (strutture verticali).
La Confederale si articola a livello territoriale (provincia) con l’istanza delle Unioni Sindacali Territoriali, regionale con le Unioni Sindacali Regionali (USR) e nazionale (CISL).

A loro volta, le Federazioni si articolano in:
Strutture Sindacali Aziendali (SAS) e, nel Settore privato Rappresentanze Sindacali Aziendali (RSA) che vengono definite rappresentanza di base in quanto presenti in ogni posto di lavoro. Sono Organi della SAS/RSA il Congresso (che di norma si celebra ogni quattro anni), l’Assemblea degli iscritti, il Direttivo Aziendale, la Segreteria Aziendale.

Vi sono, altresì, i Coordinamenti delle SAS del posto di lavoro, delle Aree contrattuali, delle specificità professionali ed istituzionali che costituiscono le articolazioni funzionali della Federazione seguendone il percorso verticale a partire, appunto, da quello di posto di lavoro.
Queste strutture sono la linfa vitale dell’organizzazione in quanto a continuo contatto diretto con i lavoratori e le loro problematiche ed istanze. Questi, una volta iscritti, indipendentemente dalle loro opinioni politiche, eleggono al Congresso i propri rappresentanti di base ed i delegati al Congresso Territoriale.

Territoriali i cui Organi sono il Congresso che è il massimo Organo deliberante e fissa l’indirizzo generale della Federazione. Il Congresso elegge, a scrutinio segreto, i componenti del Consiglio Generale, il Collegio dei Sindaci (che provvede al controllo amministrativo ed i cui componenti non possono far parte di Organi deliberanti delle strutture controllate), i delegati al Congresso della Federazione regionale ed i delegati al Congresso UST Confederale. Il Regolamento dispone su tutti gli aspetti (composizione numerica, salvaguardia della rappresentanza delle varie aree contrattuali e professionali, etc.) compreso quelli relativi alla rappresentanza femminile nelle liste e negli Organismi eletti. Il Consiglio Generale (che è l’Organo deliberante della Federazione tra un Congresso e l’altro) elegge al proprio interno prima la Segreteria e poi il Comitato Esecutivo che attua gli indirizzi definiti dal Consiglio Generale oltre ad una serie di specifiche incombenze. La Segreteria è composta dal Segretario Generale e dai Segretari eletti in successiva e separata votazione. Assicura il normale funzionamento attuando le decisioni prese dai superiori Organi deliberanti ed altre incombenze. Il Segretario Generale affida ai singoli membri di Segreteria i diversi settori di attività ed i relativi incarichi.

Regionali che prevedono l’elezione degli stessi Organismi, oltre quella dei delegati che andranno al Congresso della Federazione Nazionale ed a quello della USR Confederale. Queste due istanze congressuali eleggeranno rispettivamente gli stessi Organismi con l’aggiunta del Collegio dei Probi Viri che si pronuncia in merito alle violazioni dello Statuto e ad altre infrazioni.
Tra i delegati inviati da queste due ultime istanze congressuali verranno eletti i componenti della CISL Confederale Nazionale.

Un’altra fase importante nella vita della CISL è l’Assemblea organizzativa, detta anche dei Quadri (dirigenti), effettuata ogni due anni, in cui l’Organizzazione riesamina e rimodula le proprie tesi, l’attività ed il modello organizzativo.